I designer protagonisti, i progetti più sorprendenti e gli eventi da non perdere: in compagnia della giornalista Cristina Morozzi, un tour esclusivo in parole e immagini che racconta il meglio della settimana del design a Milano.

Il tour 2012 inizia da Skitsch in Via Monte di Pietà. Forward è lo slogan scritto in blu sulle vetrine. Guardano avanti i suoi prodotti, come la sedia Take off, disegnata dal giovane Marco Dessi, che pare atterrata da un pianeta lontano.
Il viaggio nel Fuori Salone prosegue alla Fabbrica del Vapore, dove all’interno della Cattedrale, suggestivo spazio a due navate, “MISIAD – Milano si autoproduce design”, curata da Alessandro Mendini coadiuvato da Cesare Castelli e da Laura Agnolotto e Marzio Rusconi Clerici, mette in mostra, come in un colorato souk, 202 creazioni di designer/artigiani milanesi di ogni età e formazione.

Un volo d’ala in Via Tortona per intervistare Italo Rota, architetto multitasking che, per la prima volta, si dedica alla regia, realizzando per Samsung un film sull’abitare del futuro da guardare sui tablet di ultima generazione; per ammirare i nastri di neon di Constance Guisset che avviluppano i prodotti di Established&Sons e la nuova serie bagno in legno, disegnata da Oki Sato/Studio Nendo per Bisazza, che suggerisce atmosfere da Libro d’ombra di Junichiro Tanizaki.

Una passeggiata al Design Village, installato quest’anno alla Fondazione Pomodoro, per guardare le novità di Cappellini, Cassina e Poltrona Frau. Da Cassina è approdato Luca Nichetto, il più rampante dei giovani designer, con il divano “La mise”, che si aggiusta braccioli e schienale come fossero una morbida stola. Per Cappellini il giovanissimo designer inglese Benjamin Hubert, altra sicura promessa del nuovo design, ha realizzato una poltroncina con piegature di tessuto, tipo origami.

Ritroviamo esempi fiabeschi di design-couture da Kvadrat che, per celebrare il suo storico tessuto Hallingdal 65, disegnato da Nanna Ditzel, ha chiesto a 32 designer di talento di immaginare altrettante realizzazioni tessili sotto la supervisione di Patrizia Moroso e Giulio Ridolfo.

Venini nella storica sede di palazzo Bagatti Valsecchi ospita una bianca installazione luminosa di Tadao Ando.

Paola Navone all’Orto botanico di Brera, uno dei giardini segreti di Milano, ha messo in scena la collezione Barovier&Toso, punteggiando le aiuole con Marina e Marino blu, la lampada da comodino da lei ridisegnata, ispirandosi all’originale creato da Ercole Barovier per il figlio e nascondendo spettacolari lampadari all’interno di capanne intrecciate in legno dipinto di blu Klein.

Arriva per la prima volta a Milano il designer Brasiliano Rodrigo Almeida con una surreale personale alla Galleria del Castello.

L’architetto cinese Zhang Ke allestisce in una sinfonia di rosso il suo Water Dragon, una soffice seduta simile ad un paesaggio collinare nello showroom Moroso di Via Pontaccio.

Il tour continua, stay tuned!

SCOPRI L’AREA DESIGN SU YOOX.COM